Vaie – FESSURE

Alberto Gandiglio su Rebola - Fessure - Vaie

Accesso:

Da Vaie percorrere la strada che porta al cimitero del paese, da qui continuare per circa 800 m e parcheggiare appena oltre il cartello di Chiusa San Michele.
Attraversare a lato del torrente un campo chiuso da una sbarra metallica e prendere il sentiero che in due minuti conduce alla falesia Placche di Lorenzo.
Dalla base della falesia delle placche seguire la traccia che costeggia la parete e sale verso destra. In 3 minuti si è alla base.
Si raccomanda di parcheggiare senza intralciare il passaggio dei mezzi agricoli.
Di domenica la strada è chiusa al traffico (occhio, ci sono le telecamere) ed è necessario parcheggiare al cimitero, da qui l’avvicinamento è circa 15 minuti. Se si parcheggia sotto sono meno di 5 minuti.

Note tecniche:
Falesia con esposizione a Nord.

Descrizione itinerari:
da SX verso DX

(Esposizione: N)

1 – Eclettica

Descrizione: Corta ma bella e varia. Necessario padroneggiare le principali tecniche d’incastro: mano stretta, dita e pugno.
Attacco: La fessura è la prima che si trova sulla parete in un tetro diedro strapiombante. A sinistra della rebola.
Top rope: Salendo un facile camino a sinistra si può giungere comodamente alla sosta su albero.
Coordinate:
Difficoltà/R: 6c/+, R1+
Lunghezza: 7 m
Materiale: 0,5 – 0,75 – 5 o 6

2 – Rebola

Descrizione: Bellissima fessura obliqua con difficili incastri di mano stretta e ring lock. Difficoltà variabile in base alla dimensione delle dita.
Attacco: La fessura è evidente, appena alla destra di Eclettica
Top rope: Salendo a destra della parete si può giungere alla sosta tramite una piccola cengia.
Difficoltà/R: 6b+, R1
Lunghezza: 15 m
Materiale: 0,5 – 0,4 – 0,5 – 0,5 – 2 – 1 – 1 (facoltativo)

(N = Nord, S = Sud, O = Ovest, E = Est)

Annotazioni:
Usare sempre il caschetto!

Cenni storici ed altre info:
La Rebola probabilmente fu salita negli anni ’80/’90. Riscoperte nel 2020 da Filippo Ghilardini.

MAPPA del CIT DISTRICT